Come funzionano i Giveaway in Italia?

Copertine Blog 226Lab

Giveaway significa letteralmente “dare via”, dall’inglese give away. È una strategia di marketing che si è diffusa su moltissimi social, soprattutto mirata alla promozione di nuovi prodotti. Il trend social parte dall’America e ha permesso a molti utenti di vincere servizi o prodotti. In realtà, questa pratica esiste già da tempo, ma ha assunto una veste nuova grazie ad internet. Precedentemente, erano diffusi i concorsi a premi che permettevano la partecipazione a un’estrazione di un premio di un prodotto o servizio offerto da un’azienda.

Come funziona

Possiamo distinguere due tipi di giveaway, classico o social:

1.     Giveaway classico: la partecipazione è subordinata alla compilazione da parte dell’utente di un form in cui inserire i propri dati e che consente di partecipare all’estrazione del vincitore del premio. I dati forniti dagli utenti possono essere utili per studiare il proprio target di riferimento;2.     Giveaway social: questo tipo di giveaway richiede una partecipazione attiva da parte dei follower dell’azienda o del brand. Può essere richiesto di commentare un contenuto, di condividere un post o una storia e taggare degli utenti. Successivamente, viene fatta un’estrazione per decidere il vincitore del premio. Questo tipo di giveaway permette di aumentare le interazioni.

I social hanno offerto vantaggi riguardo il giveaway sia per i partecipanti all’estrazione sia per i brand:

–       I partecipanti in modo facile e veloce, e con pochi click, possono vincere dei premi senza spendere nulla;

–       Gli organizzatori, aziende e brand che mettono in palio i premi, possono promuovere i propri servizi e prodotti senza difficili sforzi organizzativi e senza grandi spese.

Normativa Italiana

Il giveaway in Italia è regolamentato sulla base della normativa delle manifestazioni a premi (DPR 430/2001). Le regole sono molto severe e lasciano effettivamente poco spazio alla possibilità di organizzare giveaway sui social in Italia.

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico si legge che il promotore del concorso può essere un’impresa produttrice o commerciale fornitrice o distributrice di beni o di servizi al fine di promozionare i propri beni o esercizi. Le imprese possono essere anche straniere ma devono avvalersi di un rappresentante fiscale residente nel territorio.  Entro 15 giorni prima della data di inizio del concorso il promotore deve presentare i seguenti documenti, attraverso il servizio Prema on-line, al Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione generale per il mercato, la concorrenza, la tutela del consumatore e la normativa tecnica (DGMCTCNT) – Divisione X – Manifestazioni a premio:

1.     Regolamento del concorso

2.     Dichiarazione sostitutiva di atto notorio

3.     Documento originale di cauzione prestata a garanzia dei premi promessi

Il concorso a premi può durare al massimo un anno dalla data di inizio. Il montepremi sui social ha un tetto massimo di circa un euro, il che, nella pratica, rende difficile che queste iniziative possano essere svolte.

Le sanzioni per il mancato rispetto degli obblighi ministeriali comporta una multa da 1.032 euro fino a 500.000, a seconda della tipologia dell’illecito.

Inoltre, se si vuole organizzare un giveaway sui social, bisogna seguire anche le regole interne alla piattaforma. Se vengono violate, si può rischiare la sospensione o la cancellazione dell’account.